Blaluca

Musica, cinema e altre culture. Non sempre e solo dalla scrivania.

[Brain: Gonzo journalism à la française]

with one comment

Dopo appena due numeri cartacei, nel Giugno 2007 ha virato ed è sbarcata sul web. Oggi a distanza di tre anni in Francia è una webzine molto chiacchierata e seguita tanto che Les Inrockuptibles ha fatto uscire un articolo (questo) in cui la giudica più sovversiva di Vice e con uno stile “completamente gonzo“. Sto parlando della webzine francese Brain Magazine.


Anche oltreoceano, in Québec, la testata underground 33Mag ne ha parlato come un “referente culturale francese avanguardista” (si veda questo articolo di un anno e mezzo fa). Qui su Blaluca l’avevo giusto citata un paio di mesi fa quando ho commentato la playlist degli Jahcoozi (qui) ma la tenevo d’occhio da un po’, ossia da quando María Llopis – pioniera del movimento post porno barcellonese che ho intervistato nella primavera 2009, qui – aveva segnalato sul suo sito un’interessante e breve storia della musica dei film pornografici ed erotici uscita sulla webzine parigina nel Gennaio scorso (ecco il pezzo) e che presto si trasformerà in una compilation targata appunto Brain. Porno e sesso sono due argomenti trattati spesso dalla testata on line francese (si veda questa cartografia, in realtà un reportage, della prostituzione parigina) ma la musica resta il tema dominante (ecco un punto di vista critico sul rap francese e qui, nel 2007, si intervista già Onra, in tempi non sospetti). Creata dalle due giornaliste Anaïs Carayon et Valentine Faure, Brain ha un occhio di riguardo per Parigi, dove opera sul campo intrufolandosi negli ambienti più disparati (ecco un reportage dall’interno sui punkabbestia locali) e confrontandosi con le realtà cittadine con ironia e irriverenza grazie a una trentina di collaboratori (a proposito di ironia si legga questa falsa lettera attribuita al regista Romain Gavras in cui il figlio d’arte chiede goffamente dei fondi per la realizzazione del video della “cantante di world music” M.I.A., Born Free). Su twitter Brain si descrive così: “Ceci n’est pas un magazine tendance” (trad. “Questo non è un magazine di tendenza”) facendo il verso al quadro di Magritte ‘Ceci n’est pas une pipe‘. Per chi legge il francese è senza dubbio una webzine da tenere d’occhio.

About these ads

Una Risposta

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. [...] settimanale Holman ha cominciato a raccontare sulla webzine francese Brain (di cui ho già parlato qui) la genesi dell’hip hop vista attraverso la sua specifica esperienza. Riporto un passaggio [...]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: