Blaluca

Musica, cinema e altre culture. Non sempre e solo dalla scrivania.

[Liars live @ Magnolia - Mercoledì 12/05/10, Milano]

leave a comment »

Oltre ai Liars non mi vengono in mente altre band venute alla ribalta nell’ultimo decennio con un frontman che tiene il palco come Angus Andrew, con la stessa impressionante presenza. Di recente a una cena con un amico/collega dicevo che da qualche anno i Liars per quel che mi riguarda sono gli artefici del miglior live in circolazione; lui ha ribattuto definendo i loro concerti teatrali, e credo sia un termine azzeccato, specie se riferito ad Andrew, alla sua fisicità, ai suoi movimenti scenici puntuali e a come l’espressione del suo volto segua la struttura drammatica di quei brani che spesso hanno dei climax esplosivi. Ieri sera ho assistito per la terza volta in vita mia a un concerto dei Liars, questa volta al Magnolia di Milano. Dopo i primi venti minuti in sordina, la post-punk/noise band formatasi a Los Angeles ha riproposto la carica che li contraddistingue grazie a brani come Plaster Cats Of Everything o Sacrecows On A Killer Slant (dal loro quinto e ultimo album, Sisterworld, uscito di recente per Mute). Una volta raggiunto il climax del concerto la solita foga dei Liars dal vivo è tornata a essere una costante, anche in brani non proprio tirati come Proud Evolution. E in mezzo è calzata a pennello pure quella pausa per rifiatare ben rappresentata da The Other Side Of Mt. Heart Attack, brano di cui non sarebbe male ascoltare una versione di Tom Waits. Così cinquanta minuti di live dei Liars, nonostante un repertorio di cinque album, non sono sembrati pochi a nessuno; alla fine il trio americano, ieri supportato da altri due musicisti, dimostra regolarmente che la durata di un concerto non conta quando si mette in campo una simile intensità.
Stasera i Liars suonano all’Init di Roma e domani al Bronson di Ravenna; poi passeranno le Alpi (qui trovate tutte le date del tour). Speriamo che lontano da Milano trovino posti più adeguati per un concerto, perché dei tendoni non se ne può più: sembra che da queste parti trovare locali concepiti apposta per concerti “pop” sia un’impresa; con tutto il rispetto per il programma musicale che il Magnolia offre ogni anno.

Angus Andrew @ Primavera Sound 2009 (photo © Inma Varandela)

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: